film documentari birra
Beeer Mag. 2021 ©

Una lista di film, serie e documentari con cui scoprire la birra artigianale

Esiste un fitto sottobosco di documentari e film in cui la birra non è solo parte delle scazzottate dei saloon Spaghetti Western o delle sbronze di qualche irlandese downtown New York City. Nonostante l’importanza ai fini della trama di ogni film con Jason Statham, la birra artigianale, indipendente ma pure industriale ha costruito una propria filmografia non soltanto didattica, con i racconti direttamente dei produttori, delle zone storiche e delle novità. Ci sono i capisaldi del nostro eroe twinpickseiano Michael Jackson e la sua miniserie andata in onda nel 1993, i documentari specialistici, quelli sentimentali e quelli in cui vengono raccontate le storie di alcuni semidei (di cadute e di imprese) del mondo americano ma esistono anche esperimenti come l’X-Factor condotto da Sam Calargione, le serie di Drink Tv (ora fallito) e le nuove leve con cui scoprire tutto della birra artigianale e delle sue storie.

 

Tutto quello che potete trovare di e con Michael Jackson

 

 

Lo dicevamo per i libri che dovreste recuperare, lo è anche per i film e i documentari sulla birra. Di Michael Jackson su internet, fortunatamente, qualcosa si trova, tra cui la collezione dei sei episodi di The Beer Hunter, la serie-manifesto dei viaggi e le interviste ai mastri birrai realizzate nella vita del giornalista inglese, la sua ricerca e l’impatto nella diffusione della cultura artigianale. La sua storia, dalle prime riviste fino alla fama, la passione per whisky e la fondazione del moderno giornalismo birraio ma anche la sua lotta segreta con il morbo di Parkinson, sono raccontati nel documentario Beer Hunter: The Movie, realizzato nel 2013 da Alison Hodgson Richards. Quasi impossibile da trovare ma, nel frattempo, potrete sbizzarrirvi fra interviste, conferenze e degustazioni da cui imparare su YouTube.

 

Beer! A Love Story

 

 

Dai cervi di Fort Collins, sulle colline del Colorado, a Lambeek dove scorre il fiume sacro che rende possibile il miracolo della fermentazione spontanea,  dalle montagne dell’Austria più rurale fino ai docks di Manchester, dalla Pennsylvania e all’Italia, in Beer! A Love Story, il documentario realizzato da Friedrich Moser (qui la nostra intervista) e disponibile su Vimeo, a essere raccontate sono la passione e le storie alla base delle realtà della birra artigianale di tutto il mondo. Quella profondissima ricerca di gusto, fra la filosofia e la tecnica, che disegna un poetico fil rouge che unisce realtà profondamente diverse per stili, abitudini e retaggio in ogni angolo del mondo.

 

Scoprire e comprendere la rivoluzione USA

 

 

Che negli USA la birra sia già intesa come un ambiente culturale, con un linguaggio e dei tratti propri, è il motivo per cui la maggior parte dei documentari e delle esperienze cinematografiche provengano inevitabilmente da lì. Con un po’ di ricerca è facile trovare di tutto, dai corsi di homebrewing alle avventure di Greg Koch, nel suo The Beer Jesus from America, in cui viene raccontata la strada per arrivare in Europa (e fallire) con l’apertura della prima produzione di Stone Brewing a Berlino. Un film piuttosto emblematico e imperdibile è Beer Wars, documentario sulla nascita della birra indipendente e della lotta contro i Beer Boss per affermarsi, con i protagonisti del cambiamento intervistati e seguiti nel loro scontro finale. Nella lunga filmografia americana ce n’è davvero di ogni tipo, dalle mega storie a quelle più piccole, da Chinga tu Pelola birra nata per contrastare Trump, a Crafting a Nationl’Odissea di un gruppi di birrai alle prese con la volontà di risollevarsi post crisi economica una pinta alla volta; Beers of Joy, racconto sentimentale sulle belle relazioni che si creano in certi ambienti, e quello della rabbia e della lotta alla sopravvivenza di Blood, Sweat, and Beersenza dimenticare le varie avventure di Sam Calagione.

 

Sam Calagione being Pippo Baudo

 

 

Istrionico, a tratti folle e geniale, Sam Calagione è uno dei personaggi più rispettati e più singolari della birra artigianale mondiale. Per tutte queste ragioni patron di DogFish Brewery, il famigerato birrificio di San Diego in cui sono nate alcune delle birre più assurde e iconiche di sempre (vedi le 60-90-120 Minute IPA o Midas Touch e via dicendo), è in tutti gli show americani sia come protagonista che come presentatore. Che si tratti della ricerca del miglior mastro birraio di tutti gli States in Brew Masters su Discovery Channel o della versione di alchimista e intervistatore nel format That’s Odd.. Let’s Drink It, in cui fa provare a personaggi tipo Mac Miller e Chris Bosh su una limousine delle birre pensate per ogni episodio.

 

Film e documentari sulla birra italiana

 

 

Se lasciamo da parte Linea Verde, Unomattina,  i servizi dei tg regionali e qualche progetto homemade, anche in Italia si può trovare qualcosa che racconti la nascita e lo sviluppo del settore. Si tratta soprattutto di testimonianze che partono, come nel caso di Brew It del 2012 dai padri fondatori come Agostino Arioli, Lambrate, Baladin fino alle nuove leve, così come accade in A tutta birra, documentario uscito nel 2020 e ancora disponibile su Prime Video. Per i più avventurosi poi si può dirigere l’attenzione verso YouTube a caccia delle tavole della legge di Kuaska, i video tutorial su produzione e degustazione, le storie realizzate dai birrifici stessi e pillole di tanta (tanta) ignoranza un po’ dappertutto.

 

Craft Beer Channel, What’s on Draft e altri canali Youtube

 

 

L’espansione di YouTube non ha portato solo l’affermarsi di nuove mode e nuovi tipi umani ma ha permesso al fitto sottobosco della birra di fiorire diventando un centro affidabile in fatto di scoperta produttiva, dialogo e reciproche influenze, aumentando (non poco) l’accessibilità a certi argomenti. Fra le montagne di canali le nostre scelte ricadono su Craft Beer Channel e What’s on Draft (oggi non più attivo) in cui è possibile scoprire praticamente tutto, dai tips per la produzione fino alle ultime novità in fatto di produzione, realtà e innovazioni, con uno stile mai troppo didattico. Il canale di BrewDog ha fatto un po’ la storia, diventando uno dei mezzi principali con cui è possibile respirare l’acerbo odore di rivoluzione ai suoi inizi, o seguire le avventure dei due fondatori che girano il mondo per produrre le birre più assurde. Ci sono corsi e recensioni di ogni tipo, dai vecchi irlandesi fino a Garrett Oliver. Per gli homebrewers, poi, YouTube è praticamente il paradiso e ci sono anche veri e propri how to create the most incredible beers come Homebrew for Life o Craft Beer and Brewing.

 

Film e serie tv in cui la birra c’entra qualcosa ma meritano una visione

 

 

Senza scomodare Netflix e le sue imbarazzanti sitcom tipo Brews Brothers e/o Oktoberfest 1900, il mondo dei film e dei documentari è pieno di riferimenti continui alla birra, sia come ispiratrice di grandi imprese e grandi risse alla Begbie di Trainspotting, sia come protagonista a tutti gli effetti. I primi riferimenti di questo fondamentale rapporto tra immagine e alcol datano addirittura gli ultimi anni dell’800 quando The Old Man Drinking Beer, uno dei primi cortometraggi mai realizzati, insegnava ai fratelli Lumiére l’importanza di bere. I ruggenti anni ’80 sono ovviamente il punto di riferimento di questo filone, riuscendo a mescolare birra, M.A.S.H. e Madman: questo è Beer, la commedia profondamente scorretta tra un pubblicitario e tre pochi di buono, c’è poi Strange Brew, con il protagonista di Mamma mi si sono ristretti i ragazzi impegnato nello sventare un grande gomblotto a suon di sbronze, che ci fornisce la versione ubriaca del leone MGM (per davvero). I film non finiscono qui, nel reparto sbronze cercare I Hope They Serve Beer in Hell (2009), Drinking Buddies per i più romantici o, come capolavori ingiustamente dimenticati, la triade del nonsense Beerfest  – Beer League – The World’s End.

Seguici su Instagram

Facebook Notice for EU! You need to login to view and post FB Comments!